paros - OCCASIONI VIAGGI

Vai ai contenuti

Menu principale:

paros

DA NON PERDERE > INFO CICLADI
Paros è una delle più grandi isole delle Cicladi, situata nel Mar Egeo, famosa per il marmo bianco e per essere patria del poeta Archiloco,  consiste in case bianche a forma di cubo, dipinte di bianco, con tetti orizzontali, finestre e porte di legno colorato e balconi costruiti ad anfiteatro l’uno sopra l’altro, ricchi di fiori; strade bianche e strette, e scale a serpentina che si avvolgono intorno alle case conducendo in cima al villaggio, dove in genere c’è una chiesa. L’architettura insomma è quella tipica delle Cicladi, coi mulini a vento  a completare il quadro tradizionale. La principale città è Parikia. E’ abbastanza grande, tra Paros e Antiparos sarà come l’isola d’Elba ed ha una fascia costiera di 120 km. Essendo uno scalo molto importante, è collegata via mare a quasi tutte le isole dell'Egeo ed è provvista di un aeroporto che la collega ad Atene. In estate, vi sono frequenti servizi di traghetto per varie destinazioni come: Amorgos, Anafi, Ikaria, Ios, Samos, Koufonisia, Mykonos, Naxos, Rodi, Santorini, Schinousa, Skiathos, Syros, Tinos, ma anche per Creta, Volos e Salonicco.

Storia:
Paros e stata abitata dal 3200 a.C. come dimostrano gli scavi nell’isoletta di Saliagos, situata tra Paros e Antiparos le quali probabilmente, formavano nell’antichità un’unica isola. Secondo la mitologia, Alceo il cretese fu il primo re di Paros e costruì una cittadella là dove oggi è situato il capoluogo dell’isola Parikia. Durante quegli anni Creta aveva scambi commerciali con l’Egitto, l’Assiria e i Balcani. Paros, era un luogo ideale poiché aveva una posizione strategica (al centro delle Cicladi) e i suoi campi erano particolarmente fertili. Alceo trasformo l’isola in una base marittima dandole il nome di Minoa, un titolo d’onore che veniva dato alle città reali cretesi.  Nel 1110 a. C. Gli Ioni giunsero sull’isola per impadronirsene; dopo qualche vicissitudine riuscirono a impossessarsi di Minoa,  diventando cosi padroni dell’isola. Nel 100 a.C. Paros fu conquistata dagli Arcadi il cui condottiero era Parios e da costui l’isola prese il nome. L’ottavo secolo a.C. fu un periodo di prosperità per l’isola che diventò una potenza marittima. Ebbe scambi commerciali con i Fenici e creò una colonia nell’isola di Thassos che era ricca di miniere di metallo. La flotta di Paros prese parte, alleata ai persiani, alle guerre persiane.  Dopo la battaglia di Maratona, conclusasi con la vittoria da parte degli Ateniesi sui Persiani, il comandante greco Milziade ricevette l'incarico di guidare una spedizione per la conquista di Paro. L'assalto andò male, e lo stesso comandante rimase ferito. Per questo poi Milziade venne accusato di inganno contro gli Ateniesi e processato. Il verdetto fu a sfavore del comandante, che venne condannato al pagamento di un'ingente somma. Poco tempo dopo egli morì perché la ferita di quella battaglia fece cancrena, il danno e la beffa... Nel 338 a.C.l’isola, conquistata da Filippo il Macedone, divenne parte dell’impero macedone. Dopo la morte di Alessandro Magno (figlio di Filippo), Paros cadde sotto l’influenza, prima dei Tolomei (quelli di Cleopatra), successori di Alessandro poi per un attimo di Mitridate re del Ponto (quello delle guerre con Silla e Pompeo) e infine di Roma. Dopo la caduta dell’impero romano, Paros divenne parte dell’impero bizantino e i suoi abitanti si convertirono al cristianesimo. Si spiegano cosi la moltitudine di chiese, cappelle e monasteri costruiti durante quegli anni; tra queste chiese la piu famosa é quella di Ekatontapiliani (o Katapoliani), a Parikia. Considerata uno dei monumenti bizantini più importanti in Grecia, questa chiesa è stata costruita su ordine di Sant’Elena, madre di Costantino il Grande (quello dell’editto, quindi vecchia davvero). Tra il 1207 e il 1389, Paros divenne parte del Ducato dell’Egeo che era amministrato dal veneziano Marco Sanudo. Dopo la dominazione veneziana seguì quella turca che duro per molti anni fino all’insurrezione greca del 1821.  Dopo l’indipendenza, l’isola di Paros, come tutte le altre isole delle Cicladi e diventata parte del nuovo stato greco. È oggi separata da Nasso, ma unita ad essa nel linguaggio comune sotto il nome di Paronaxia. Il comune omonimo è formato da Paro e da numerose isolotti disabitati nei dintorni con una popolazione, al censimento 2001, di 12.853 abitanti, adesso saranno di più. A me la storia piace, non so a voi.
Informazioni generali:
Durante l’antichità Paros era famosa nel Mediterraneo per l’alta qualità dei suoi marmi che furono usati per costruire  capolavori come il tempio di Apollo a Delo, la Venere di Milo, la statua di Mercurio di Prassitele ad Olimpia, il Partenone e molti altri. Il marmo di Paros, bianco e lucente, è considerato tra i migliori al mondo; le cave a Paros sono visitabili ed hanno il loro perché. I più importanti musei dell'isola sono il Museo Archeologico di Paro, il Museo Bizantino di Parikia, con sede nella chiesa di Ekatontapiliani, che conserva icone rare e preziose, il Museo di Arte Folcloristica e il Museo della Cultura Folcloristica dell’Egeo di Lefkes, che espone una collezione di oggetti di uso quotidiano. La più famosa e antica chiesa di Paros è la chiesa di Panaghia Ekatontapiliani (La Madonna delle cento porte) o Katapoliani, che è considerata uno dei più importanti monumenti bizantini della Grecia. Ogni anno vi si recano migliaia di pellegrini: è ritenuta infatti una località miracolosa. A pochi chilometri dal villaggio di Parikia, sulla vetta della collina, si trova Moni Christu tou Dassus (Convento di Cristo dei boschi) che offre una splendida vista sull’isola di Antiparos, un convento del XVIII secolo nel quale è permesso l'ingresso soltanto alle donne. Il più grande e il più famoso monastero dell'isola è invece il monastero di Longovarda, che conserva gelosamente rari manoscritti ed è aperto solo agli uomini. Uno a uno quindi, alle donne il panorama, agli uomini i libri. Vai a capire.

Nei dettagli:
Chiamata anche città di Paros o Chora, Parikia è il capoluogo di Paros. E' costruita ad anfiteatro intorno al porto; all’ingresso del porto un mulino a vento dà il benvenuto ai visitatori: il simbolo di Paros. Numerosi ristoranti, taverne, caffè, bar, locali notturni si affacciano sul lungomare. A pochi passi dal porto di Paros si trova il cuore del tradizionale insediamento cicladico di Parikia, ammassato intorno alla collina di Castro (Castello), il punto più alto della città, sulla quale si trova una fortezza costruita con i resti di un'antica acropoli. Oggi del Castello veneziano sono rimasti solo un pezzo di muro e una torre. É la capitale e il luogo più attivo dell’isola, con un porto centrale, un porticciolo, la città vecchia con la sua varietà architettonica di edifici in stile cicladico e neoclassico. Lungo le sue baie si trovano numerose spiagge, organizzate o tranquille, diversi negozi, ristoranti, caffé, bar, discoteche ecc… I punti più conosciuti sono la strada che va dalla chiesa Ekatontapiliani al mercato centrale e al castello, e la strada lungo il mare ideale per delle passeggiate spensierate, per ammirare i tramonti incantevoli e trascorrere una vita notturna tranquilla o più movimentata. A Parikia vengono organizzate numerose manifestazioni d’arte, musica e sport, ci sono delle gallerie e scuole d’arte ed altro ancora.
Altri luoghi interessanti e piacevoli da visitare sono Naoussa, Il villaggio più cosmopolita di Paros. Costruito sulla costa, con numerose spiagge vicine e una grande città antica con un nugolo di stradine dove scovare dei negozi di classe, dei baretti alla moda e dei ristoranti per veri gourmet. Il punto centrale è il famoso porto di pesca sempre animatissimo, soprattutto però di notte, quando esplode il divertimento nei baretti e nelle discoteche, che va avanti fino al mattino. Inoltre si possono visitare le varie gallerie e manifestazioni d’arte, nonché le manifestazioni tradizionali come ‘la festa di Nireas’, ‘la festa del pesce’, e ‘la notte dei pirati’. Collegamenti frequenti con ogni parte dell’isola e altre spiagge. Lefkes, Il gioiello di Paros: un villaggio di montagna dove il tempo scorre lieve, nel rispetto della bellezza e dell’arte. Lo stile del villaggio è rimasto identico dagli inizi del secolo, edifici tradizionali cicladici e neoclassici immersi nei fiori, con una vista panoramica sulla montagna e sul mare. E taverne dove vengono preparati piatti di carne deliziosi. Luogo prediletto dagli artisti. Da vedere: ‘La Casa della Letteratura’ municipale, gallerie, piccoli musei e negozietti carini soprattutto di oggetti d’artigianato. Da Lefkes parte un sentiero bizantino bellissimo che in un’oretta e mezza vi porta tra gli ulivi a Prodromos, un vero villaggio cicladico, una chicca. Marpissa, Un villaggio tradizionale e tranquillo nell’entroterra, con delle bellissime viuzze e casette, dove si combinano la tranquillità del posto piccolo e l’accesso facile a varie spiagge frequentate. I sentieri vicini sono adatti per le passeggiate in campagna, verso vecchi monasteri e chiese. Piso Livadi, Un luogo di vacanza con una spiaggia sabbiosa e altre spiaggette vicine. Molto apprezzato dagli amanti della barca a vela per il suo porticciolo tranquillo. E taverne di fianco al mare e dei bei baretti dove ci si ritrova per la colazione, un caffé pomeridiano o un drink tranquillo sul mare. Aliki, nella parte meridionale dell’isola, un piccolo villaggio di pescatori con un porticciolo e delle spiagge sabbiose. Luogo rinomato per la festa locale del pesce e per le sue spiagge e le taverne che servono pesce fresco e vini locali; Drios, Un villaggio vicino al mare con acque correnti, laghetti e una bella spiaggia pulita. Ideale per chi ama le lunghe passeggiate, è il luogo prediletto dalle famiglie con bambini. Sul porto si possono ammirare gli antichi neosiki (delle specie di trincee scavate negli scogli  dove gli antichi marinai parcheggiavano le loro barche se c’era mare, ma non ho capito ia quando risalgano), come pure tanti pescherecci, taverne e alcuni dei baretti più originali dell’isola.
Petaloudes - Valle delle farfalle. A circa 8 km a sud di Parikia, si trova una valle che nei mesi tra Maggio ed Agosto si riempie di suggestione, colore e magia. In questi mesi infatti gli alberi della valle si ricoprono di migliaia di farfalle. Se non ne avete già vista una, per esempio a Rodi ce n’è un’altra, vale senz’altro la pena, non fosse che per l’ombra.
Collina di Kefalou – La strada che conduce dal paesino di Marpissa fino al monastero di sant’Antonio situato sulla cima di una collina, è una delle escursioni più interessanti da fare a Paros (circa mezz’ora di percorso). Si attraversano anche le rovine di un castello veneziano.
D'estate inoltre si svolgono allegre e colorate feste a Paros, come quella del vino (l'isola è famosa per il suo vino bianco e rosso e rosè) e del pesce; la vita notturna è vivace e piena di proposte alternative. Un piacevole profumo di basilico e di caprifoglio vi accoglierà al vostro arrivo, tra le bianche stradine e le case caratteristiche dell'isola.

Siti archeologici da visitare:
Zona Parikia
Cimitero antico, 8° secolo a.C., un complesso di tombe unico nell’Egeo, di fronte al porto.
Castello veneziano, 13° secolo d.C., al centro del villaggio tradizionale.
Fontane antiche, con decorazioni in marmo, donazioni della famiglia di Mantò Mavrogenous (l’eroina dell’indipendenza di cui parlo nelle info su Mykonos), molte di esse si trovano nelle strade di Parikia.
Antico laboratorio di Tholo, un laboratorio dell’era Arcaica, vicino alla strada periferica.
Tempio sacro di Delion, 5° secolo a.C. Dedicato ad Apollo, dalla collinetta si ha anche una bellissima vista.
Asklipio, 4° secolo a.C. Tempio di culto dedicato al dio della medicina Esculapio, nella campagna sulla strada per Aliki.
Antica cava di marmo a Marathi, sulla strada tra Parikia e Lefkes. Era qui che il famoso marmo di Paros veniva estratto. Unico per trasparenza e purezza, il marmo di Paros è stato utilizzato in capolavori di scultura di artisti dell’antichità come Fidia, Skopas e Prassitele.
La strada tra Parikia e Naoussa, in cui si possono ammirare vari monumenti dell’epoca romana e bizantina.
Tempio dedicato al dio Apollo, a Krios

Zona Naoussa
Castello veneziano, 15° secolo d.C. dei Sommaripa, signori di Andros nel 1500.
Koukounariès, 12° secolo a.C., palazzo miceneo a Kolimbithres. I reperti più importanti sono esposti al Museo Archeologico di Paros.
Plastiras, cimitero della Prima Era Cicladica, con gli idoli caratteristici, sempre a Kolimbithres.
Villaggio fortificato, nell’isola di Ekonomou, nella baia di Lageri.

Drios: I neosiki parcheggi per le barche scavati negli scogli.
Marpissa: Rovine del Castello veneziano, 15° secolo d.C. sulla collina di Kefalos, nella zona di Agios Antonios, a est di Marpissa. Ci passate se fate la passeggiata che consigliavo qualche riga sopra.
Marmara: Antica cava di marmo, prima della chiesa di Pera Panagià..

Antiparos Vedi dopo

Musei
A Parikia
Museo archeologico di Parikia, dietro alla chiesa di Ekatontapiliani. Esposizione di reperti antichi di oltre 6000 anni come la donna di Saliago, una vecchissima donnina acefala con un culone, molto diversa dai soliti idoli cicladici che trovate anche qui, delle statue (una grande Kora del 5° sec a.C., una gorgone ben conservata del 6° sec a.C., la Cronaca di Paros iscritta su marmo, lastre di un monumento ad Archiloco, sarcofaghi ed altro, tanta roba insomma)
Museo Bizantino nella corte della Chiesa della Madonna Ekatontapiliani. Icone rare e oggetti preziosi.
Collezione Anthemion, a Sarakiniko. Oggetti antichi di Paros.
A Naoussa
Icone bizantine e post bizantine nella chiesa di Agios Athanassios.
Collezione 'Othona Kapari', vicino alla piazza centrale. Libri antichi e oggetti.
Collezione dell’Associazione di Musica e Danza di Naoussa, a 200 m dalla piazza centrale. Costumi folcloristici tradizionali.
A Lefkes
Museo Yria, esposizione di tessuti artigianali e altri oggetti folcloristici della vita quotidiana di Paros.
Museo del folclore dell’Egeo, con esposizioni importanti, mobili e utensili.
A Marpissa
Museo del folclore, al centro del villaggio. Oggetti degli abitanti della regione.
Museo Perantino, esposizione di 192 statue.
Galleria d’arte bizantina, icone preziose.
Ad Aliki
Museo del folclore cicladico di Benetos Skiadas, ci sono miniature di navi e degli edifici caratteristici delle Cicladi. una riproduzione della chiesa di katapoliani ed altre opere di Skiada. Questo non è affatto male, se passate di qui veniteci.
Galleria Anemomilos (Mulino a vento) con eventi ed esposizioni di oggetti artigianali.

Gallerie d’arte
Galleria Apothiki, nella città vecchia vicino al ‘Castro’ veneziano ; vi si organizzano delle manifestazioni d’arte moderna con artisti internazionali, spesso di reputazione mondiale.
Galleria Orangedoor, sulla strada del mercato, organizza delle esposizioni d’arte contemporanea.
Galleria Pontoporos, nei pressi del porto veneziano, come sopra.

Chiese e monasteri, che c’è pieno.
Ogni angolo di Paros, da costa a costa, è disseminato di cappelle bianche. In passato vivevano nel timore delle incursioni dei pirati e per questo motivo erano circondate da mura di protezione con una corte interna. Le chiese di Paros presentano una grande varietà di stili: piccole o larghe, con poche cupole, altre collegate, alcune con una semplice croce, altre con campanili artistici. Ciascuna di esse è unica ed è legata ad un avvenimento storico, un mito, un miracolo.
A Parikia: Ekatontapiliani o Katopoliani, 4° secolo d.C. Il vanto di Paros. Si tratta di uno dei monumenti della prima epoca cristiana della Grecia. Nella parte sud c’è il fonte battesimale di marmo, il più antico e meglio conservato tra i fonti battesimali esistenti nei paesi occidentali ortodossi. Ferragosto è la festa più importante dell’anno, che fa risplendere la Chiesa in tutta la sua magnificenza. Monastero degli Agii Anargiri, sulla collina sopra Parikia. Monastero di Agios Arsenios, nella valle delle Farfalle. Monastero Logovarda (visite permesse solo agli uomini) Monastero Thapsana (visite permesse solo alle donne)
A Naoussa: Monastero di Agios Andreas, 1648 d.C. Vicino al centro del villaggio. Monastero di Agios Ioannis Theologos, 16o secolo d.C. Monastero di Agios Ioannis Detis, capo Korakas. Chiesa della Vergine Maria 'Koimiseos. Chiesa della Vergine Maria 'Pantanassas'.
A Kostos: Monastero di Agios Minas Chiesa di Agios Panteleimonas
A Lefkes: Chiesa della Santissima Trinità, dove si può ammirare un’ icona preziosa, colonne intagliate e altri dettagli lavorati in fine marmo di Paros. Monastero Agios Ioannis Kaparos
A Marpissa: Monastero di Agios Antonios, sulla collina di Kefalos Monastero di Agios Pantokratoras
Antica Chiesa della Metamorfosi, 14o secolo a.C., accanto ai mulini a vento.
A Marmara: Chiesa di Agia Panagia
A Piso Livadi: Chiesa di Agios Giorgos Thalassitis Chiesa di Agios Nicolas-Analipsi
A Drios: Monastero di San Giorgio Lagadas, 1664. Chiesa di Agios Ioannis Theologos
Ad Aliki-Agheria:
Monastero Agii Theodoroi, accanto ad Agheria. Chiesa di Agios Georgios, Agheria.
Monastero Agios Ioannis Spiliotis, a Tripiti.
Ad Antiparos
Chiesa di Agia Marina, di fronte al porto Chiesa di Agios Georgios, nella zona di Agios Georgios.
Chiesa della Vergine Maria Faneromeni, nella parte più a sud dell’isola.

Attività ricreative
a Paros e Antiparos
Gli sportivi potranno scegliere tra varie possibilità: vela, kite e windsurf, immersione subacquea, beach volley, sci d’acqua, wake board, equitazione, ciclismo.
Per gli amanti delle passeggiate a piedi e delle escursioni consiglio i seguenti itinerari:
La strada da Marpissa a Agios Antonios a Kefalos di cui parlavo sopra.
Il sentiero bizantino che inizia a Lefkes e finisce a Prodromos, bellissimo e Prodromos un gioiellino
Il sentiero che inizia a Lefkes e finisce al monastero di Agia Kiriaki (Afkoulaki),
La strada da Agheria o da Kamari ad Agii Theodori.
La strada da Naoussa a Kolimbithres.
La strada da Parikia a Dilio.
Gli itinerari indicati sono facilmente percorribili. Scoprite camminando un aspetto diverso di Paros attraverso i suoi magnifici paesaggi naturali. La brezza salata del Mare Egeo e il profondo blu saranno dei compagni di viaggio perfetti nelle vostre passeggiate romantiche lungo le spiagge.
Scuole e Associazioni di vela, Golden Beach, New Golden Beach, Santa Maria, Punda.
Lezioni di kite surf, a Punda e Golden Beach.
Immersioni subacquee e snorkeling, Golden Beach, Aliki, Santa Maria, Punda e Antiparos.
Lezioni di vela, al Club nautico di Paros, a Livadia Beach e a Golden Beach.
Equitazione, a Ambelas.
Divertirsi a Paros e Antiparos
Paros e Antiparos offrono vari generi di divertimento per tutte le età e per ogni tipo di vacanza si desideri fare. Paros è una delle poche isole in cui si possono trascorrere vacanze rilassanti in famiglia con varie attività ricreative durante il giorno abbinate a ad un’ intensa vita notturna. In poche parole, è un’isola per tutte le età. Potete visitare i tanti beach bar, baretti, discoteche, ristoranti, parchi acquatici, go-carts e partecipare alle numerose feste locali e a vari eventi come esposizioni, spettacoli di danza, concerti, rappresentazioni teatrali e incontri letterari.
Gli artisti e gli amanti d’arte avranno la possibilità di visitare le numerose esposizioni nelle gallerie d’arte dell’isola e di partecipare agli eventi culturali. Nel corso dell’anno inoltre vengono proposti seminari d’arte e lezioni.

Cose da non perdere
Andare a vedere il tramonto dalla collina di Agia Anna e dalla chiesa di Agios Konstantinos a Parikia, e l’alba da Agios Nicolas a Piso Livadi.
Fare una passeggiata a Naoussa, nel porto pittoresco con le barche a remi e a vela colorate, il rumore delle ‘Tratas’ (pescherecci), dei bambini che corrono e ridono e il profumo di Gouna e di polpo alla griglia. Smarritevi di sera nelle viuzze strette e nelle stradine lastricate, salutando gli abitanti, che se ne stanno seduti sulle panche di pietra di fronte alle loro case a parlare della giornata trascorsa (immagino io, il greco non è semplice).
Fare una passeggiata a Parikia, nella via Gravari, dove si possono ammirare delle dimore neoclassiche e quelle dell’epoca veneziana, con grandi archi di marmo, colonne, arcate, chiese e le fontane di Mavrogenis. Continuate la passeggiata in direzione della piazza centrale e raggiungete il castello, dove potrete scoprire l’antico villaggio tradizionale.
Fare una passeggiata a Lefkes, partendo dall’entrata del villaggio verso la chiesa della Santa Trinità, il vanto del villaggio; seguendo questa strada potrete ammirare numerose dimore di stile neoclassico, in armonia con lo stile cicladico. Al caffè storico, potrete avere un assaggio dell’unicità del villaggio: l’ordine degli abitanti, il loro rispetto per il carattere cicladico e i loro balconi e terrazze curatissimi pieni di piante rigogliose di basilico, buganvillee e garofani.
Fare una passeggiata a Marpissa, Marmara e Prodromos, e lasciarvi trasportare dalle immagini magiche che si offrono al vostro sguardo.
Fare una passeggiata a Piso Livadi, con il suo piccolo porto tranquillo.
Fare una passeggiata a Drios, fino giù al porto dove si possono vedere gli antichi 'neosikous' (pontili per le barche).
Andare a guardare un film sotto le stelle, al cinema all’aperto estivo, se è aperto e capite il greco
Farsi portare con una barca a fare il giro di Antiparos, per ammirare le sue tante e diverse bellezze
Fare una passeggiata di notte con la luna piena, camminando lungo il mare e limonando.
Visitare la caverna di Antiparos e ammirare le stalattiti e le stalagmiti.
Danzare un giro di 'Balos' e ascoltare la musica delle 'Tsambouna' (zampogna tradizionale) con gli abitanti del luogo in festa, e certamente assaggiare del delizioso pesce fresco e del vino di Paros.
Spiagge
INFO GENERALI: D’estate soffia il Meltemi da Nord, quindi nelle giornate ventose scegliete baie protette in quella direzione da monti colline o promontori. Le zone più frequentate sono quelle intorno a Parikia e Naoussa, quelle con le spiagge più riparate e adatte a famiglie sono quelle della costa Sud e quelle più isolate quelle della Costa Est. Chiaramente quelle rivolte ad Est sono le migliori al mattino e quelle a Ovest per i tramonti. Non perdetevi comunque i must, anche se più frequentate, come Monastiri e Kolimbitrhes o Martselo ed Agios Fokas o Chrissi Akti. Ho diviso in Naoussa e costa Nord, Parikia e costa Est (la più selvaggia, anche questa sarebbe da non perdere, e costa Sud.
NAOUSSA E COSTA NORD

Monastiri Beach Sabbiosa Spiaggia attrezzata snorkeling
La Spiaggia Monastiri è situata sulla punta alla fine della strada asfaltata che percorre il promontorio ovest della baia di Agios Ioannis, in faccia a Naoussa. E' una spiaggetta graziosa, relativamente isolata e riparata dai venti racchiusa in una piccola baia circondata da rocce, caratterizzata da una sabbia grossa profonda e morbida. E’ una delle spiagge più famose e frequentate di Paros ma é anche ideale per i nudisti o chi vuole prendere il sole o fare il bagno in topless Se si guarda in alto verso il lato destro della spiaggia, si può vedere il bel monastero di san Giovanni, da cui il nome dell'arenile, che si festeggia il 29 agosto. Il mare è limpido, trasparente e cristallino ed ha il fondale basso fino a circa 100 metri dalla riva, quindi ideale anche per bambini, sembra una piscina. La spiaggia è attrezzata ed offre una taverna per mangiare pesce ed un locale con musica dal vivo, da qui giovani e musica e feste. Non manca nulla. Monastiri è facilmente raggiungibile tramite strada asfaltata o con le barche che partono dal porto di Naoussa. Da non perdere.
 
Kolimbithres Sabbiosa Spiaggia attrezzata
Un paio di Km sotto Monastiri c’é Kolimbithres, una delle più caratteristiche spiagge di Paros e di tutte le Cicladi. Questa spiaggia é particolarmente suggestiva per via le enormi rocce di granito scolpite in diverse forme dal mare e dal vento e che creano cavità naturali che si riempiono d’acqua di mare e sembrano fonti battesimali (= Kolimbitres). I sassi dividono piccole e sabbiose insenature, allineate una dopo l’altra, con l’acqua bassa e trasparente e permettono alle volte, se venite presto e siete fortunati, di avere la tua piccola baia privata (in Agosto no di sicuro però...) . In alcune parti della spiaggia, si possono affittare sedie a sdraio e gli ombrelloni e fruire di alcuni sport acquatici. Lungo la strada che porta alla spiaggia si trovano alcuni beach bar e taverne. La Taverna Kolimbitres, in posizione panoramica, é valida per esempio. Dalla spiaggia potete scorgete l’isoletta di Agias Kalis con la cappella dell’Ascensione, che potete visitare, se avete una barca. A Kolimbitres invece si puo arrivare attraverso la strada asfaltata che parte a 2 Km da Naoussa (o 7 km a nord di Parikia) con autobus o mezzi tuoi . Dal porto di Naoussa partono giornalmente barche che in 10 minuti portano a questa spiaggia, d'estate spesso riempiendola. Ciò nonostante anche questa da non perdere.
 
Piperi  Sabbiosa Spiaggia attrezzata Centro diving snorkeling
La Spiaggia Piperi è una bellissima spiaggia nei pressi di Naoussa che serpeggia a circa 50 metri tra la strada principale ed il centro cittadino, a 250 metri dal porto. La gente del posto fa una distinzione tra Piccolo Piperi e Grande Piperi, ma in realtà si tratta di una lunga lingua di sabbia dorata dal mare trasparente e cristallino, a forma di mezzaluna racchiusa fra rocce, affacciata su acque calme e trasparenti, ideali per fare snorkelling. Ottima per chi non vuole allontanarsi dal contesto di questo pittoresco paese sul mare, godendosene la vista mentre si fa il bagno: la vista su Naoussa é effettivamente la cosa più notevole del posto. E poi ci sono taverne, ristoranti di pesce, bar con musica, bar senza musica, hotel, studios, localini ecc.
 
Anargiri  Sabbiosa Spiaggia attrezzata
Anargiri è la prima spiaggia che si trova dopo quella cittadina di Piperi, andando ad Est. La spiaggia è abbastanza lunga e caratterizzata da una bella sabbia dorata, bagnata da un mare trasparente e cristallino. Alle sue spalle si trovano gruppi di alberi che offrono una buona ombra naturale. Per la sua stretta vicinanza con Naoussa, la spiaggia è molto popolare e frequentata ed è circondata da piccoli hotel ed appartamenti. La spiaggia è attrezzata ed offre numerosi servizi, tra cui taverne e bar.
 
Lageri  Sabbiosa
Il promontorio che chiude ad est la baia di Naoussa è percorso da una strada che in pochi chilometri porta a tre spiagge abbastanza vicine tra loro. La Spiaggia Lageri é quella delle tre all’interno della baia, una spiaggia molto tranquilla e solitaria, facilmente raggiungibile solo se sapete dov’é o siete dotati di mappa, comunque prendendo l'ultima strada a sinistra prima del campeggio di Santa Maria e seguendola. Di lì a poco si incontra una deliziosa chiesetta, vicino alla quale c'è un bel sentiero che porta alle dune. La spiaggia è una lingua di sabbia candida bagnata da un mare trasparente e cristallino, molto spesso frequentata da nudisti. Vicino alla spiaggia ci sono numerosi arbusti per godere di ombra e tranquillità. Non è attrezzata e per mangiare bisogna tornare nell’interno.
 
Aliki é invece sull’esterno del promontorio, sulla baietta che ha lo stesso nome. Non so come sia.
 
Santa Maria Beach Sabbiosa Spiaggia attrezzata Centro diving snorkeling
La Spiaggia Santa Maria, nella baia di Plastira é la più frequentata ed attrezzata delle tre anche per via il campeggio, il Surfing beach. La spiaggia è un lungo litorale diviso in due spiaggette di sabbia morbida e dorata, da cui si gode di una suggestiva vista sull'isola di Naxos. Il mare è trasparente, cristallino e color smeraldo ed è caratterizzato da un fondale che digrada dolcemente dalla riva al largo. Alle volte sembra di essere ai Caraibi altre volte é rumorosa e molto affollata, è attrezzata ed offre locali, bar, ristoranti, beach volley, un centro diving e punti di noleggio per numerosi sport acquatici, tra cui il windsurf per cui è famosa. La spiaggia è raggiungibile facilmente in bus, in motocicletta oppure via mare con un taxi d'acqua da Naoussa.
 
Ampelas Sabbiosa
A sud di Santa Maria ed Aliki, tra l’isola di Filitzi e capo Damoulis ci sono calette e il paesino di pescatori di Ampelas. La Spiaggia Ampelas è proprio prima di Capo Damoulis, sabbiosa, è protetta da una linea di grandi rocce e si trova proprio di fronte al porto, pieno di pescherecci. La spiaggia è costituita da due litorali separati. Uno piccolo e raccolto, abbastanza profondo e raramente affollato di gente, benchè venga frequentato spesso da visitatori che arrivano in barca. L'altra spiaggia è invece più larga, orlata di palme e caratterizzata da una sabbia più chiara e morbida, con qualche roccia che emerge soprattutto nei pressi della riva. Questi sono posti ideali per chi non ama stare nella confusione pur godendo di numerosi servizi, nelle vicinanze infatti ci sono molte taverne e bar che guardano entrambe le spiagge ed il porto. A sud del villaggio ci sono altre calette che ci vai a piedi mollando il motorino per strada.
 
PARIKIA E COSTA EST

Livadia Sabbiosa Spiaggia attrezzata
La Spiaggia Livadia è la spiaggia principale di Parikia ed inizia a circa 700 metri a nord del porto, sviluppandosi a forma di mezza luna seguendo la curva formata dalla baia. La spiaggia ha un arenile di bella sabbia dorata mista a ciotoli diviso in varie sezioni, alcune ombreggiare da alberi altre no, alcune attrezzate con sdrai ed ombrelloni altre completamente libere, ma tutte con appena dietro bar, ristoranti e taverne. L'acqua su cui si affaccia la spiaggia è bellissima, trasparente e cristallina, con fondale che digrada dolcemente verso il largo. Livadia è la preferitada  chi alloggiando a Parikia non ha voglia di mettersi in moto per esplorare altre spiagge e da chi preferisce avere i servizi a portata di mano. Proseguendo oltre Livadia si incontrano le piccole spiagge di Aktaia e Kalakonas, con un'atmosfera un po' più intima, ma sempre a un passo dalla capitale
 
Baia a Nord di Parikia
Procedendo oltre Livadia la strada asfaltata percorre un piccolo pezzo di promontorio per accedere alle spiagge di sabbia di Krios e Martselo, adiacenti l'una all'altra. Hanno entrambe acque cristalline e lunghe distese di sabbia dorata. Esattamente dietro la spiaggia di Krios, c’é però un campeggio. La spiaggia di Marchello é più calma e tranquilla. Proseguendo oltre per uno sterrato si arriva al capo Agios Fokas, dove è possibile trovare un'altra deliziosa spiaggia di sabbia con un fantastico tramonto sulla baia, ed altre più isolate e più difficili da raggiungere (munirsi di viveri e ombrellone). Tutta questa zona è protetta a nord dal promontorio, dunque nelle giornate estive in cui soffia il Meltemi diventano mete obbligate. E anche quando non soffia comunque.
 
Krios Sabbiosa Spiaggia attrezzata
La Spiaggia Krios è una lunga striscia di sabbia fine e bianca di fronte al porto di Parikia, di cui si ha una splendida vista. Il mare su cui si affaccia è trasparente, azzurro e cristallino. La spiaggia, spesso affollata e rumorosa durante l'alta stagione, è attrezzata ed offre bar, ristorante, chioschi e campo da beach volley sull'arenile e in mare. La spiaggia si raggiunge facilmente con ogni mezzo, tra cui il taxi d'acqua, che dal porto di Parikìa ci impiega circa 10 minuti
 
Marchello Sabbiosa Spiaggia attrezzata
Marchello, o Martselo, è la continuazione di Krios, una spiaggia molto lunga di sabbia chiara, ideale per famiglie e bambini. La spiaggia è molto frequentata e conosciuta, ma offre anche la possibilità di stare tranquilli ed isolati grazie alla presenza di mumerosi tratti, più ciottolosi, simili a dei piccoli covi nascosti proprio dietro alla spiaggia di Krios. In questi angoli si gode di pace e tranquillità e vengono spesso frequentati da nudisti. Proprio dietro alla spiaggia si trova uno dei tanti campeggi dell'isola, che offre numerosi servizi. Il mare è trasparente e cristallino ed ha un fondale che digrada dolcemente dalla riva al largo. La spiaggia è facilmente raggiungibile via mare costeggiando la baia di Parikia, o seguendo in auto la strada asfaltata.
.
Souvlia Sabbiosa Spiaggia attrezzata
La Spiaggia Souvlia, situata poco più in là rispetto a quella più nota di Marchello, guarda a sud ed è ben protetta dai venti del nord. La spiaggia non è molto grande, è caratterizzata da una sabbia bianca morbida ed è bagnata da un mare limpido e cristallino. Alle spalle del litorale si trova una piccola taverna e sul fianco della collina che guarda la spiaggia ci sono numerosi appartamenti e studios. Proprio vicino a Souvlia si trova inoltre una grotta che si dice sia stata la casa di Archiloco, uno dei più famosi poeti del periodo arcaico. Potete visitare la grotta con una barca che parte dal porto di Parikià o con un vostro mezzo, via terra.
 
Agios Fokas Sabbiosa
Le Spiagge Agios Fokas sono tutte quelle spiaggette e calette che si trovano a sud di Souvlia, nei dintorni del promontorio su cui si trova la deliziosa cappella di Agios Fokas. Molte di queste calette hanno nomi locali ma raramente figurano sulle mappe. La più importante di queste si chiama Kaminia ed è una specie di prolungamento della spiaggia di Souvlia; non è attrezzata ed è caratterizzata da un litorale sabbioso con rocce affioranti quà e là. Nel centro di Kaminia si trova un gruppo di alberi che regalano ombra e frescura, ma in generale tutte le spiagge di Agios Fokas sono molto esposte al sole, nonchè tutte bagnate da un bellissimo mare calmo, trasparente e color smeraldo. Raggiungere queste spiagge non è semplice, perchè si devono prendere sentieri non segnalati ed impervi.
 
Delphini
All'estremità del golfo di Parikia opposta a capo Fokas, praticamente alla periferia meridionale di Parikia, una piccola rientranza ospita la spiaggia di Delphini, molto gettonata dai residenti e dai turisti che risiedono nella capitale dell'isola. Acqua turchese e un simpatico bar sono le principali caratteristiche delle quali è accreditata questa piccola spiaggia sabbiosa, che sembra diventi anche meta domenicale per barbecue e musica ad alto volume.
 
Parasporos Sabbiosa Spiaggia attrezzata
La Spiaggia Parasporos è un 4 o 5km a sud di Parikia, vicino al campeggio, motivo per cui è spesso affollata. La spiaggia è molto larga, orlata di tamerici e chiusa tra 2 massicci rocciosi, é di sabbia dorata ed è bagnata da un bellissimo mare trasparente e color smeraldo ma col fondale abbastanza profondo, quindi facile alle onde. La spiaggia è attrezzata ma non in tutta la sua estensione, accoglie un paio di bar e durante l'estate vengono organizzate numerose feste in cui si balla e si beve per tutta la notte. La spiaggia è facilmente raggiungibile con bus o con l'auto, tramite una strada asfaltata molto agevole. I tramonti son notevoli, data l’esposizione nord-ovest.
 
Agia Irini Sabbiosa snorkeling
La Spiaggia Agia Irini è una piccola spiaggetta a 6 o 7 km a sud di Parikia ed è tutta orlata da bellissime palme, che regalano al luogo una piacevole atmosfera tropicale. Una deliziosa chiesetta dello stesso nome è poi situata sulla sponda destra della spiaggia. La spiaggia è una lingua di sabbia dorata a grani medi e si affaccia su un mare trasparente e cristallino, ideale per lo snorkelling. Proprio dietro al litorale si trova un campeggio tranquillo, ricco di palme ed ulivi e dotato di una taverna che offre ottimo cibo tradizionale greco. La spiaggia è un pò distante dalla strada asfaltata ed è raggiungibile seguendo un sentiero sterrato. Nonostante ciò, essendo molto piccola, è spesso sovraffollata nei mesi più caldi, anche perché é molto amata dagli indigeni. Anche qui bei tramonti.
 
Costa Nord Est
Quella da cui si gode la miglior vista su Naxos é anche una delle zone più selvagge di Paros, una delle più distanti dalla strada principale. Spiagge sabbiose, poco frequentate e poco servite (portatevi acqua e cibo e ombrellone), ma da non perdere, soprattutto al mattino fino a quando gira il sole e in alta stagione se volete assoluta tranquillità.
 
Glyfades Sabbiosa
Glyfades si trova circa 15 km a destra di Parikia o 5 chilometri sotto Naoussa . La spiaggia è ampia e lunga e sabbiosa, bagnata da un bel mare pulito e trasparente. La spiaggia è esposta al sole, non è attrezzata e dotata di alcun servizio, per cui è poco frequentata dai turisti. Per raggiungerla si deve prendere una strada sterrata e poi uno stretto sentierino di sassi e ciottoli, a tratti di sabbia, e seguire sempre verso sud. Ci sarete voi e qualche windsurf.
 
Molos Beach sabbiosa
Se arrivi da Glyfades devi arrampicarti sul promontorio lungo la strada sterrata e scendere nella baia. Dalla strada principale invece bisogna prendere una delle deviazioni verso il mare e si arriva prima alla spiaggia di  Tsoukalia e poi a Molos. Se no si arriva a Prodromos, poi a Marmara e poi a Molos quasi tutto su asfalto. La spiaggia è solitaria e tranquilla anche nei mesi più caldi, e giace tra le due colline di Kefalos ed Antikefalos. E' caratterizzata da una sabbia dorata e soffice ed è bagnata da un mare blu, cristallino e con fondali profondi. Dalla riva si gode inoltre di una magnifica vista sull'isola di Naxos. In questa zona costiera il vento spira continuamente rendendo la spiaggia ideale per praticare il windsurf. Poiché situata lontano dalla principale strada asfaltata era sempre tranquilla e quasi deserta anche durante i mesi di luglio e agosto. Un paio di info utili:  Si dice che ai piedi delle colline si trovi l’antica città di Yria. E a sud della spiaggia si trova la chiesetta di San Nicola il Ricco e nella parte settentrionale la chiesetta di San Nicola il Povero. Così lo sapete.
 
Kalogiros Sabbiosa
Si tratta di una spiaggia solitaria e selvaggia a Sud del promontorio di Kefalos, raggiungibile attraverso una breve strada sterrata dall’estremità sud della spiaggia Molos. Molto riparata dal vento grazie alla presenza di una scogliera spettacolare e variopinta a nord, è caratterizzata da un litorale di sabbia piuttosto scura e molto pulito. Alle spalle della spiaggia vi è inoltre un'area argillosa in cui molti turisti amano farsi i fanghi. In fondo alla spiaggia si erge una roccia da cui, secondo la tradizione, un monaco si sarebbe suicidato, evento che ha dato il nome alla spiaggia.
COSTA SUD

Punta (di fronte ad Antiparos)
Si tratta di una serie di spiagge, situate a 8 km a sud-est di Parikia. Punta si trova di fronte a Antiparos da cui è separata da un canale di un miglio.La spiaggia è organizzata e gode di attrezzature per sport acquatici come il windsurf ed il kitesurf. Ci sono alberghi, bar, taverne, club di surf e una scuola di sub. Pounda è il punto più vicino all’isola di Antiparos, ed é da dove partono i traghetti che mantengono un collegamento costante tra le 2 isole.
 
Voutakos  Sabbiosa
La Spiaggia Voutakos è situata nei pressi del porticciolo omonimo ed è molto tranquilla e poco frequentata, come tutta l'area che la circonda, che è relativamente isolata e ricca di case vacanza, soprattutto grazie alla spettacolare vista di Antiparos e di diversi altri piccoli isolotti. Si dice infatti che dalle colline alle spalle della spiaggia si possano vedere fino a 10 isolette. La spiaggia è di sabbia morbida e bianca ed è ben al riparo dal Meltemi. Il mare su cui si affaccia è pulito, trasparente e cristallino, ideale anche per famiglie. Per raggiungere la spiaggia, che non è attrezzata, bisogna seguire la strada che va da Punta ad Alikis, 2 km dopo l’aereoporto: quasi tutta la strada è’ asfaltata e solo gli ultimi 500 metri sono sterrati ma nascosti per la mancanza di segnaletiche sulla strada principale. Vi potete arrivare anche via mare visto che c’è un molo a cui approdare.
 
Agios Nikolaos:
Agios Nikolaos é una spiaggia sabbiosa non attrezzata, vicino ad Aliki, con acqua pulita e tranquilla. Nel paese li a 2 passi ci sono alcune taverne di pesce.
 
Aliki è a una quindicina di chilometri a sud di Parikia, si affaccia direttamente sul mare, un piccolo e tranquillo golfo, abbastanza riparato e quindi ideale per le famiglie con bambini.  Non abbondano ma neanche mancano le accomodation in questa zona, comunque comoda sia alle spiagge di sudest che a quelle di sudovest, oltre all'isola di Antiparos. La spiaggia é sabbiosa e con alberi alle spalle per l’ombra, il mare calmo e pulito e non mancano alcune taverne proprio vicino al mare dove mangiare del buon pesce.
 
Faragas Sabbiosa attrezzata
Con l'auto si raggiunge da Aliki, prendendo uno sterrato verso est. Prima di Farangas si incontra un'altra spiaggia, vicino al capo, da qua il nome di Akrotiri. Si tratta di una spiaggia abbastanza ampia di sabbia fine, purtroppo circondata da numerose costruzioni. Molto ben riparata dai venti, è bagnata da un bel mare trasparente e cristallino con fondali che degradano molto dolcemente. La spiaggia è piuttosto difficile da raggiungere se non si seguono i cartelli, in quanto le strutture turistiche alle sue spalle hanno riempito la zona di recinzioni ed ostacoli di ogni tipo. Per poter godere di un piccolo tratto di costa ancora incontaminato, è necessario proseguire lungo costa per poche decine di metri verso ovest, incontrando così due piccole calette ancora solitarie e selvagge. E’ considerata dagli abitanti del luogo e dagli stranieri una delle piu belle spiagge dell’isola.
 
La Spiaggia Glifa è una piccola mezzaluna di sabbia situata al di sotto della punta di Capo Pyrgos, che la ripara dai venti settentrionali. L'accesso al litorale è costituito da una strada sterrata segnalata sulla strada principale costiera, a circa 15km da Parikia. La spiaggia è così al riparo ed il mare che la bagna è sempre calmo, a differenza delle acque di altre spiagge su questo tratto di costa, spesso instabili. La spiaggia è di sabbia e ghiaia ed offre una piacevole ombra naturale grazie alla fila di tamerici che si trovano alle sue spalle. Affioramenti rocciosi su ciascuna estremità la rendono ancor più interessante, oltre al suo mare trasparente, turchese e cristallino. La spiaggia, poco pubblicizzata, rimane tranquilla anche al culmine della stagione e in estate apre anche una piccola cantina che soddisfa i pochi fortunati che riescono a trovarla.
 
Lolantoni Sabbiosa Spiaggia attrezzata
La Spiaggia Lolantoni è situata 2 chilometri a nord di Glyfa. Si tratta di una bellissima spiaggia di sabbia fine e chiara, caratterizzata da un litorale lungo circa 120 metri bagnato da un mare trasparente e cristallino. La spiaggia, tranquilla e ben curata, è circondata da taverne, alberghi e tamerici. Dalla taverna che c’é in fondo prende il nome, tra l’altro.
 
Drios  Sabbiosa
La Spiaggia Drios si trova a nord-est di Capo Pyrgos e a soli 2 chilometri dalla più famosa Golden Beach. La spiaggia, un tempo quasi completamente sconosciuta, si è resa nota grazie al curato resort nato alle sue spalle, in cui si trovano numerose taverne e bar, nonchè il beneficio dell'ombra di alberi e di vegetazione. Molti anche i baretti e ristoranti a ridosso del litorale. La spiaggia è lunga ed ampia, è caratterizzata da una sabbia grossa e tagliente ed è ricca di gruppi di alberi che regalano ombra naturale. Il mare è limpido e trasparente. Dispone anche di un porticciolo per pescherecci e piccole imbarcazioni turistiche. Drios è una spiaggia silenziosa, riparata dai venti e poco frequentata, eccezion fatta in alta stagione, quando si riempie di ombrelloni e di gente che pratica sport acquatici. Raggiungerla è semplice e ci sono anche numerosi bus da Parikia e Naoussa che portano alla spiaggia. Approfittatene per fare una passeggiata nel paesino, che é stranamente verdeggiante per visitare gli antichi depositi per barche, cosi come la grotta dei demoni con le stalattiti e le stalagmiti.
 
Golden Beach and New Golden Beach (Chrissi Akti e Nea Chrissi Akti)
Queste spiagge sono considerate due delle migliori spiagge di Paros. Golden Beach (Chrissi Akti=Spiaggia dorata) é una lunga distesa di sabbia, Nuova Golden Beach si trova accanto ed é più piccola e ha una sabbia dorata più fine. Entrambe le spiagge sono completamente organizzate e offrono clubs e windsurf a noleggio. In questa zona si trovano molti alberghi, alcuni anche belli, appartamenti e stanze in affitto. Queste spiagge sono accessibili attraverso una strada asfaltata, autobus pubblici o mezzi privati. ci si può arrivare con la strada costiera sia in senso orario che in senso antiorario. Si tratta comunque di percorrere una ventina di chilometri (una mezzoretta) in entrambi i casi, mentre da Naoussa si scende verso sudest per una quindicina di chilometri. In alternativa da Parikia si può attraversare l'isola dall'interno, passando da Lefki, accorciando forse il percorso, ma rendendolo più tortuoso. Anche chi non fosse appassionato di vele e natanti comunque non dovrebbe perdersele.
 
Chrissi Akti  Sabbiosa Spiaggia attrezzata Centro diving
La Golden Beach è considerata una delle più belle spiagge di tutta l'isola. La spiaggia è una lunga lingua di sabbia dorata che si estende per 700 metri, una delle più grandi di Paros, bandiera blu e considerata dai windsurfer una delle migliori del mediterreaneo intero. Non a caso proprio qui si disputa ogni anno la celebre ed internazionale Surfing World Cup (o qui o nell’altra, non ho mica capito). La spiaggia gode di una bella vista sull'isola di Dhrios ed è completamente attrezzata e spesso affollata. A ridosso della spiaggia si trovano molti hotel, appartamenti, ristoranti, taverne, negozi e punti noleggio per sport acquatici ecc ecc.
 
Nuova Golden Beach  Sabbiosa Spiaggia attrezzata
La Nuova Golden Beach, che i locali chiamano Tserdakia, é una naturale continuazione della Chrisi Akti di cui é considerata la versione in miniatura. è una spiaggia molto ampia caratterizzata da sabbia dorata bagnata da acque cristalline, ideali soprattutto per gli amanti dell'windsurf. Non ho capito se il campionato di windsurf in agosto lo fanno qui o nell’altra, comunque alle spalle della spiaggia si trova il St. George Hotel, nonchè ristoranti, bar, taverne, locali, negozi e noleggi di mezzi ed attrezzature per gli sport acquatici. Ed é bellissima anche questa
 
Pounda o Punta Sabbiosa Spiaggia attrezzata Centro diving  snorkeling
Punda beach e una delle piu famose e affollate spiagge di Paros e rassomiglia alla Paradise beach di Mykonos. E una spiaggia completamente organizzata situata a 2 km da Logaras di cui parlo dopo e dispone di un grande complesso turistico composto da piscina con tanto di tribunette ad anfiteatro, ove sono collocati i lettini e un ponticello che conduce al pool bar, ristoranti, caffe bar, negozi,istallazioni per sport acquatici, bungeejamping ecc. La maggior parte dei visitatori va a Punda per le tante attrazioni: i party infiniti e la musica ad alto volume. A punda beach si accede attraverso la strada asfaltata, in autobus o con mezzi privati. La spiaggia è lunga circa 250 metri, abbastanza piccola quindi, se non altro per la quantità di ombrelloni e lettini che arrivano quasi a filo d'acqua è caratterizzata da una sabbia chiara e morbida ed è bagnata da un mare calmo, trasparente e color smeraldo. Sicuramente uno dei must dell'isola, ma chi ama la quiete può anche evitarla, non ci sono taverne ma solo Bar, quindi io non mi sento a mio agio.
 
Sabbiosa Spiaggia attrezzata
La Spiaggia Logaras si trova a sud di Piso Livadi ed è la più tranquilla delle due che circondano il villaggio resort omonimo. La spiaggia è molto lunga, orlata da pini e caratterizzata da una sabbia grossa e ruvida. Il mare è trasparente, cristallino e dalle sfumature color smeraldo. Grazie alla vicinanza del villaggio, la spiaggia è attrezzata ed offre numerosi servizi quali taverne, auto da spiaggia e moltissime attrezzature turistiche
 
Piso Livadi  Sabbiosa Spiaggia attrezzata
Preceduta da una piantagione di pini ed eucalipti, Piso Livadi è una graziosa località balneare che si è sviluppata attorno ad un pittoresco porto di pescatori, a circa 19 km da Parikia. La Spiaggia Piso Livadi è molto lunga e di sabbia soffice e dorata, ideale per famiglie e bambini, anche grazie anche ad un parco giochi e a tamerici che regalano una piacevole ombra naturale. Il mare è trasparente e digrada dolcemente dalla riva al largo. Dietro l'arco della spiaggia i pendii sono disseminati di piccoli alberghi e studios e, mentre si beve qualcosa nelle varie taverne e bar della spiaggia che si affacciano sul porto e sulla baia, si possono ammirare anche a poca distanza i resort della limitrofa Logaras. Nel porto numerose taverne, pesce fresco e molte barche che d’estate partono per Naxos, Mykonos, Ios, Santorini, Amorgos e Koufonissi. La chiesa di San Giorgio Thalassitis, con i suoi vecchi affreschi, è un’attrazione turistica.

Torna ai contenuti | Torna al menu